Ford sperimenta il bambù per i componenti delle auto

Ford sperimenta il bambù per i componenti delle auto

Bambù_Ford

La pianta di bambù è ritenuta una delle più resistenti e vigorose al mondo. È per questo che Ford, sempre attenta alle tematiche ambientali e alla sicurezza stradale, sta sperimentando l’utilizzo della materia vegetale per realizzare la componentistica delle vetture.

Il bambù è facilmente reperibile in natura e cresce di oltre un metro al giorno. Gli specialisti della casa automobilistica ritengono che entro qualche anno gli interni delle automobili potrebbero essere da materiali frutto di una combinazione tra bambù e plastica.

Janet Yin, Materials Engineering Supervisor presso il Nanjing Research & Engineering Centre di Ford ha dichiarato: “Il bambù è incredibile, è vigoroso, flessibile, totalmente rinnovabile e abbonda in territori come la Cina e in molte altre parti dell’Asia”. È già da secoli che gli studiosi si interessano alla pianta sempreverde ed è nota per la resistenza al carico di rottura sotto sollecitazione tanto che il bambù viene paragonato ad alcuni metalli.

Dal lato ecosostenibile il bambù si rigenera molto velocemente e impiega dai 2 ai 5 a raggiungere il massimo livello di crescita.
La casa dall’Ovale Blu ha sottoposto il bambù a test di resistenza per verificare il grado di robustezza del materiale ed è stato riscaldato ad oltre 100° per esaminare eventuali conseguenze quando lo si sottopone a forme di calore.

Attendiamo ulteriori sviluppi sugli studi Ford, nel frattempo vi invitiamo a visitare la nostra pagina dedicata alle auto Ford>https://www.gibiauto.com/vetrina-auto-nuove/ford/

Leave a reply